L’estate degli ospiti della RSSA VILLA MELE

CONDIVIDI

“L’estate sta finendo ed un anno se ne va…”, questa la canzone intonata negli ultimi giorni dagli ospiti di Villa Mele, estate che hanno goduto fino in fondo.

Spiagge, pinete, foresta, centri storici, fattorie didattiche, luoghi religiosi e culturali, laboratori creativi e di cucina, tante le iniziative organizzate per gli ospiti durante la calda estate rodiana. Villa Mele è una residenza socio sanitaria assistenziale dove basta aprire la finestra della propria camera ed avere tutto il mare per sé accompagnato dal profumo degli agrumi, ambiente ideale per chi ha bisogno di tanta serenità, pace ed affetto.

“Abbiamo stilato un calendario delle iniziative in base alle esigenze degli ospiti – cosi fanno sapere i responsabili dell’equipe socio-educativa- valutato i loro bisogni e le loro proposte per renderli partecipi del progetto educativo. Le attività sviluppate hanno avuto diversi obiettivi, in primis il benessere dell’ospite realizzato attraverso una serie di progetti che vanno dai laboratori interni alle gite fuori porta. I laboratori interni hanno seguito diversi programmi.

Il programma di stimolazione della creatività, realizzando dipinti o piccoli oggetti, il programma di stimolazione della cognitività, con esercizi volti a stimolare l’attenzione, la memoria, il linguaggio,
il ragionamento logico e l’orientamento spazio-temporale ed infine il programma di stimolazione sensoriale volto al mantenimento del contatto positivo con il proprio corpo ed ad imparare a
valutare le risorse disponibili trovando le strategie che possono sostituire e compensare i deficit di coordinazione e forza.

Le gite fuori porta hanno permesso agli ospiti di conoscere il proprio territorio favorendo la socializzazione e la crescita formativa del singolo. Lo scopo di questo progetto è stato quello di guidare gli ospiti a conoscere in modo diretto e giocoso il loro territorio attraverso la ricerca, l’indagine e l’esplorazione a partire dal paese sede della struttura fino ai territori circostanti.

Gli ospiti sviluppando la capacità di individuare gli elementi più specifici del proprio ambiente, collocando persone, fatti ed eventi nel tempo, conoscendo la propria realtà territoriale con la sua
storia e le sue tradizioni, cogliendo il senso gioioso del folclore, sono pervenuti alla consapevolezza della propria identità sociale e culturale oltre a favorire il loro orientamento spazio-temporale.
Rodi, San Menaio, Peschici, Vico del Gargano, Vieste, la Foresta Umbra, il Lago di Varano e tanti altri i luoghi visitati.

A tutto ciò si aggiungono le splendide giornate trascorse in spiaggia, gli aperitivi ai lidi di Rodi e San Menaio, i giochi all’aria aperta accompagnati dai tornei di fine estate. Per la stagione
autunnale- cosi concludono gli operatori di Villa Mele- tanti i progetti in cantiere, per ora lasciamo gli ospiti godere degli ultimi tiepidi raggi di sole e ringraziamo i loro parenti per la fiducia posta in noi”.