La Strada dei Sapori di San Severo, ospita il progetto “Il Mosaico di San Severo”: un successo straordinario

CONDIVIDI

In occasione della presentazione del libro “Il Mosaico di San Severo”, curato dall’arch. Fabio Mucilli e dallo scrittore dott. Enrico Fraccacreta, anche La Strada dei Sapori ha inteso riconoscere plauso ai promotori e ai professionisti che hanno partecipato fin qui ai lavori del progetto di sperimentazione dello Scenario Strategico del PPTR – Il Patto Città Campagna.

Il progetto ha avviato da oltre un anno, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e della Regione Puglia, una sperimentazione finalizzata a coinvolgere i vari attori in un percorso complesso, coraggioso ed ambizioso capace di conoscere, apprezzare e valorizzare il “Mosaico di San Severo”, elemento paesaggistico caratteristico del Tavoliere delle Puglie.

Al termine della presentazione del libro i Soci del Direttivo de “La Strada dei Sapori” hanno desiderato accogliere presso la sede “SpazioRipoli” gli illustri relatori, gli organizzatori e Amministratori coinvolti.

Il momento conviviale è stata una grande opportunità emozionale ed esperienziale per richiamare l’attenzione sul gusto e sulle tradizioni enogastronomiche di San Severo.

La narrazione culinaria è stata proposta attraverso un menù di degustazione, capace di integrare tradizione ed innovazione, partendo dai prodotti stagionali che regala la ricca Terra a KM0 e rigenerando antichi sapori con nuove concezioni di cucina e di benessere. Protagonisti autentici sono stati l’olio Evo di Peranzana, le farine profumate con le paste e i vari prodotti da forno, le verdure e i legumi, e i pregiati Vini. È stato così realizzato un esempio concreto di integrazione tra territorio e comunità proposto dal “Patto Città Campagna”.

All’interno dello splendido “Mosaico” del nostro territorio, tra cultura e tradizione, tra saperi e valori locali, tra memoria e innovazione, tra filosofia e poesia, l’Associazione ha voluto evidenziare un aspetto secondario, ma fondamentale, per rafforzare l’identità della Comunità e farla conoscere: il gusto e la cura della preparazione dei cibi, nell’accoglienza degli “stranieri” finalizzati al rispetto della qualità della vita e del benessere. Perché il nostro territorio è anche questo, amore e condivisione.