Successo di pubblico per la prima edizione del Premio del Paesaggio “Mosaico di San Severo”

CONDIVIDI
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Successo di pubblico e di partecipanti per la prima edizione del Premio del Paesaggio “Mosaico di San Severo” istituito nell’ambito del Percorso di Sperimentazione dello Scenario Strategico deL PPTR, che il Comune di San Severo sta portando avanti in attuazione del Protocollo d’Intesa sottoscritto con la Regione Puglia – Servizio Assetto del Territorio.

La Prima Edizione 2016 è stata dedicata agli studenti delle scuole secondarie superiori della città ed è stata articolata in tre sezioni: figurativa, tecnico-economica/sviluppo d’impresa e letteraria, così da poter coinvolgere gli studenti nei diversi percorsi formativi, per ciascuna delle quali è stato attribuito un premio di 500 Euro.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La partecipazione degli studenti è stata numerosa e di ottimo livello, come è stato ben evidenziato dalla Giuria del Premio, composta dagli autori di fama nazionale Tiziano Broggiato e Loretto Rafanelli (per la sezione letteraria), dal Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Foggia Pietro Di Terlizzi (per la sezione figurativa) e dal Presidente di Confindustria Foggia Gianni Rotice (per la sezione tecnico-economica) e dal Sindaco di San Severo Francesco Miglio, in qualità di Presidente.

I premiati sono stati: per la sezione letteraria Martina Vincitorio, studentessa del Liceo Classico “M. Tondi”, con il racconto breve “La bambina fiore”; per la sezione figurativa Simone Clema, studente del Liceo Artistico “E. Pestalozzi”; per la sezione tecnico-economica/sviluppo d’impresa sono stati premiati con un ex aequo, sia la proposta di Iacopo Incoronato e Antonio Vocale, dal titolo “Itaca, la città dei sogni”, studenti rispettivamente dell’ITES “A. Fraccacreta” (Classe Quinta B – Turismo) e dell’Istituto Tecnico Agrario “M. Di Sangro” (Quarta B) che la proposta “Mosaico” degli studenti della Terza Classe – Turismo dell’ITES “A. Fraccacreta” Carmela Saraceno, Miriam Petrillo, Rebecca Tancredi, Mariachiara Guida, Flora D’Addario, Roberta De Seriis, Daniela Ardito, Alessio Palumbo e Anna Iuliani. La Giuria ha ritenuto di attribuire anche una menzione per la Sezione Letteraria a Maria Giorgia Pazienza, che ha partecipato con il racconto breve “Il mio luogo dell’anima” e a Michele Pistillo e Matteo Manocchia, che hanno partecipato con un video per la Sezione Figurativa.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Coinvolgere gli studenti nella pianificazione urbanistica della città – spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione, Simona Venditti – è un passaggio importante sia per gli amministratori, al fine di condividere con i più giovani lo sviluppo della città, sia per i ragazzi al fine di conoscere maggiormente il proprio territorio, promuoverlo e tutelarlo”. Nella Prima Edizione 2016 il Premio del Paesaggio è stato attribuito anche a tre personalità della città che si sono distinte per particolari meriti, quali l’avv. Guido De Rossi (già Presidente della Federazione degli Ordini Forensi d’Europa), Vittorio Russi, esimio studioso di topografia storica e di archeologia, e l’arch. Giovanni Di Capua, conoscitore raffinato delle vicende storico-architettoniche della città.

Il Sindaco ha conferito il Premio Speciale del Paesaggio “Mosaico di San Severo” – Prima Edizione 2016 ad Andrea Di Consoli, giornalista, saggista e scrittore di fama nazionale, autore di saggi, racconti e poesie sul tema del paesaggio, studioso e cultore del Mezzogiorno. “Il Premio nato da un’idea dello scrittore e poeta Enrico Fraccacreta – conclude il Sindaco Francesco Miglio -, e l’intero percorso di sperimentazione coordinato dal responsabile del progetto arch. Fabio Mucilli, ha contraddistinto un momento importante di confronto con i cittadini. Educare i giovani ed abituare i professionisti locali ad una partecipazione attiva al futuro sviluppo della città consente di avere una visione globale delle aspettative urbanistiche e di tutela maggiore del paesaggio e degli elementi del Mosaico di San Severo. Inoltre va ricordato che il Comune di San Severo è stato scelto insieme ad altri due Comuni della Regione per sperimentare il piano paesaggistico regionale, un progetto quindi di cui andare fieri”.