“Il ruolo delle donne nella Grande Guerra” presso la Biblioteca Comunale

CONDIVIDI

Durante la Prima Guerra Mondiale, le donne ebbero un importantissimo ruolo, non solo in qualità di madri, mogli, sorelle dei soldati, ma anche come parte attiva della vita economica, associativa, assistenziale, apparentemente secondaria ma comunque fondamentale per la gestione dello sforzo bellico.

Ed è proprio del ruolo assunto dalle donne durante la Grande Guerra che la dott.ssa Mirtide Gavelli, del Museo civico del Risorgimento di Bologna, parlerà nel corso della prossima conferenza organizzata dal Centro di Ricerca e Documentazione per la Storia della Capitanata, presieduto dal prof. Giuseppe Clemente, e patrocinata dal Comune di San Severo. L’incontro, dal titolo “Donne in guerra: la mobilitazione femminile durante il primo conflitto mondiale”, si terrà martedì 19 aprile, alle ore 18, presso la sala conferenze della Biblioteca comunale “Minuziano” a San Severo (largo Sanità).

Dal 1915 in poi, almeno in ampie zone del paese, i posti di lavoro di molti contadini e operai, lasciati vuoti dalla chiamata al fronte, vennero coperti in prima battuta da chi non era ancora mobilitato; dopo pochi mesi però diventò palese la necessità di portare al fronte tutti gli uomini validi, e il mondo produttivo iniziò ad attrarre e impiegare anziani, fanciulli e, naturalmente, donne. Per la prima volta in modo massiccio e socialmente riconosciuto la donna passò da “angelo del focolare domestico” a protagonista dell’economia e della società, anche in settori dove tradizionalmente non erano mai stata presente.

Visita il testo completo sulla pagina facebook della Biblioteca Comunale.