Festa del Soccorso 2016: il simulacro entrerà in carcere e verrà portato a spalla dai detenuti

CONDIVIDI

Il giorno 24 Aprile 2016, alle ore 19.00, accogliendo la proposta del Sacerdote don Andrea Pupilla, Cappellano del Carcere di San Severo, sarà accolto, nella Cappella della Casa Circondariale il simulacro della Madonna del Soccorso Patrona della Città.

La processione con il simulacro della Madonna del Soccorso, portato a mano dai detenuti fra le sezioni della casa circondariale di San Severo, costituirà senza dubbio, uno dei momenti più toccanti della celebrazione. Per la seconda volta, nella sua plurisecolare storia, la Madonna del Soccorso entrerà nel carcere cittadino a distanza di circa 30 anni. Domenica 24 aprile il portone si aprirà per alcuni fedeli, per il Vescovo S.E. Mons. Lucio Renna e per le autorità civili e religiose.

Il Direttore F. Paolo Sagace e il Comandante Comm. Giovanni Serrano hanno accolto con entusiasmo che il simulacro entri dentro le mura per offrirlo alla devozione e alla preghiera dei detenuti. L’iniziativa liturgica promossa dal Cappellano del carcere don Andrea Pupilla ha suscitato fervore tra i detenuti e il personale di Polizia Penitenziaria. Un giorno speciale che sarà sicuramente un segno concreto di speranza e di riconciliazione per i detenuti nei confronti della città proprio in coincidenza con l’anno giubilare della Misericordia.
L’evento liturgico testimonia ancora una volta la sinergia creata tra la Direzione della Casa Circondariale di San Severo , la Diocesi e la società civile cittadina. Un esempio concreto di collaborazione costruttiva e produttiva che negli anni ha raggiunto gli obiettivi prefissati.

Fonte: lucerabynight.it