Le masserie rurali e i paesaggi nella storia del territorio protagonisti del secondo ciclo di incontri del progetto del PPTR

CONDIVIDI
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Si è concluso nel segno della conoscenza delle masserie rurali e dei paesaggi nella storia il secondo ciclo di incontri del progetto di sperimentazione dello scenario strategico del PPTR, che nelle scorse ore ha coinvolto gli studenti dell’istituto Agrario “Di Sangro” e dell’istituto Tecnico Commerciale “Fraccacreta” in un viaggio alla scoperta delle masserie d’epoca con lo storico Vittorio Russi. La manifestazione si è conclusa con l’appuntamento “Paesaggi della storia” con gli interventi dell’archeologa e direttrice del Museo comunale, Elena Antonacci, dello storico Vittorio Russi, di Matteo Angeloro dell’Archeoclub San Severo e dell’assessore all’Urbanistica e Tutela del Paesaggio, Luigi Montorio.

“La Regione Puglia è stata la prima Regione – spiega l’assessore alla Tutela del Paesaggio, Luigi Montorio – a dotarsi del piano paesaggistico in attuazione del codice dei beni culturali e paesaggistici. La comunità sanseverese con soddisfazione può vantare di essere tra le tre città scelte, e assegnataria di un contributo regionale, per la sperimentazione del piano regionale per peculiarità paesaggistiche del territorio. Un importante risultato che ci pone tra le prime comunità in Italia impegnate nella tutela e valorizzazione del binomio paesaggio-beni culturali”.

Una sperimentazione rivolta non soltanto agli addetti ai lavori, ma anche alle nuove generazioni che avranno il compito di tutelare in futuro il cosiddetto “mosaico” dell’Alto Tavoliere.

“Le visite guidate dallo storico Vittorio Russi alle masserie storiche – conclude il Sindaco Francesco Miglio – hanno entusiasmato gli studenti che per la prima volta hanno avuto modo di confrontarsi con veri e propri tesori della ruralità locale che il territorio custodisce al suo interno. Tutelare il paesaggio e recuperarne gli aspetti più caratteristici è necessario anche per promuovere nuovi percorsi turistici incentrati sulla ruralità del territorio, un’opportunità che l’Amministrazione Comunale non intende sottovalutare”. Un progetto che è stato apprezzato dagli studenti e che nei prossimi incontri già in fase di programmazione coinvolgeranno anche altri istituti scolastici del territorio.