Al via la vendita dei biglietti per la Stagione di Prosa al Teatro “Verdi”

CONDIVIDI

Dopo una fase di prevendita riservata agli abbonati della scorsa stagione di Prosa, partirà lunedì 26 ottobre presso il botteghino del teatro comunale “Giuseppe Verdi” la campagna abbonamenti alla nuova Stagione di Prosa.

“L’Amministrazione Comunale – spiega l’assessore alla Cultura, Celeste Iacovino – ha predisposto una stagione di prosa di alto livello, con due spettacoli in più e con gli stessi costi dello scorso anno. Abbiamo tenuto presente i gusti del pubblico più affezionato ma anche inserito spettacoli con un taglio innovativo capaci di attrarre in teatro le nuove generazioni”.

L’abbonamento ai nove spettacoli dell’intera stagione prevedono un costo di 180 euro per la platea (ridotto 144 euro); di 144 euro per i palchi di prima e seconda fila (ridotto 135, 4 persone 576 euro); 108 euro palchi di terza fila (intero 108 euro; 4 persone 396 euro).

I biglietti dei singoli spettacoli avranno un costo di: 25 euro per la platea (ridotto 20 euro), 20 euro palchi di prima e seconda fila (ridotto 18 euro) e di 15 euro per i palchi di terza fila.

Emilio Solfrizzi inaugurerà il cartellone il 16 novembre con lo spettacolo “Sarto per signora”.

Il 5 dicembre sarà Rossella Brescia protagonista del Verdi con “Carmen” un balletto in due atti di Luciano Cannito.

Calcheranno le scene del Teatro Verdi anche Massimo Dapporto e Tullio Solenghi, per la prima volta insieme, il 18 gennaio saranno“Quei due, staircase-il sottoscala di Charles Dyer”.

Il 24 gennaio toccherà al video-mapping a teatro per la prima volta con Leo Gullotta spiegherà le magie di uno “Spirito Allegro”. Un racconto sul soprannaturale, scritto in piena seconda guerra mondiale.

Coppia nella vita e sulla scena Simona Izzo e Ricky Tognazzi si confrontano l’11 febbraio in “Figli, mariti, amanti, ovvero “il maschio superfluo di Simona Izzo”.

In una tra le versioni del mito che in tutto il mondo contano oltre 4000 riscritture, Alessandro Preziosi il 26 febbraio sarà invece “Don Giovanni”, di Moliére.

Il 5 marzo in scena “Mi chiamano frou frou” di Maria Grazia Pani, la storia di una giovane seducente ballerina, ma appunto…frou frou, leggera, disinvolta forse al limite. Con Giusy Frallonardo, Giovanni Guarino, Paola Leoci, Raffaella Migallo, Carlo Monopoli, Maria Grazia Pani e Desirè Pappagallo.

Molto atteso Silvio Orlando che si esibirà il 21 marzo nel testo di Domenico Starnone “La scuola”, con Marina Massironi.

Ultimo spettacolo 1 aprile: “Il bugiardo” di Goldoni, con Geppy Gleijeses e Marianella Bargill.

Per acquistare i biglietti è possibile recarsi presso il botteghino del teatro dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle ore 19 alle ore 21. Per informazioni 0882.339642.

San Severo, 23 ottobre 2015

 

manifesto