Convegno “L’Agrarian Urbanism e le potenzialità dei territori di Capitanata”

CONDIVIDI

Da lunedì 15 a mercoledì 17 giugno a Foggia e San Severo convegno internazionale sull’Agrarian Urbanism. Organizzato dall’Università di Foggia, vedrà la partecipazione straordinaria di Andrés Duany, architetto e urbanista statunitense, co-fondatore del ‘Congress
for the New Urbanism’

“L’Agrarian Urbanism e le potenzialità dei territori della Capitanata. Superare le contrapposizioni e recuperare la tradizione rurale per dare identità e prospettive allo sviluppo locale” è il titolo del convegno in programma da lunedì 15 giugno a mercoledì 17 giugno a Foggia e San Severo.Organizzato dai Dipartimenti di Studi Umanistici e di Economia dell’Università di Foggia, presente in anteprima nazionale l’Agrarian Urbanism, un metodo di pianificazione molto apprezzato all’estero ma inspiegabilmente sottovalutato in Italia.

Per questa ragione vede la partecipazione straordinaria del suo ideatore, l’architetto statunitense Andrés Duany, co-fondatore del ‘Congress for the New Urbanism’ e sostenitore del modello di sviluppo smart growth, nonché ideatore del modello di pianificazione territoriale, detto transect.

“Crediamo, come Università di Foggia, che sia indispensabile recuperare innanzitutto una credibilità storica e antropologica del nostro territorio, fondamentale per affrontare qualsiasi tipo di analisi seria della e sulla Capitanata – spiega la prof.ssa Fiammetta Fanizza, Dipartimento Studi Umanistici dell’Università di Foggia e responsabile scientifico del convegno –.

Questo importante Convegno, che non a caso esaurirà tutti i suoi temi nell’arco di tre giorni, si pone tra, gli altri, l’obiettivo di rimettere al centro il territorio, la sua tradizione e la sua memoria. Una memoria rintracciabile nelle meravigliose architetture visibili nelle borgate rurali fondate durante il ventennio fascista. Per questa ragione, la presenza di Andrés Duany, credo possa aiutarci a riflettere sul nostro patrimonio per progettare il futuro allargando lo sguardo sul passato e su noi stessi”.

In estrema sintesi, l’obiettivo di questa tre giorni di studio è quello di verificare i punti di contatto e le assonanze tra l’Agrarian Urbanism e i principi urbanistici adottati negli anni ‘30 e ‘40 per la fondazione delle borgate rurali. Attraverso l’organizzazione di workshop propedeutici alla realizzazione di charrette (nuove forme di progettazione partecipata) il Convegno si occuperà di analizzare tematiche come il completamento dell’abitato di Segezia, la rigenerazione sostenibile del sistema dei poderi e, infine, i corridoi e il sistema delle masserie rurali della Daunia.

“Si tratta di un appuntamento molto importante – prosegue la prof.ssa Fanizza – per la cui organizzazione non posso non ringraziare i direttori dei due Dipartimenti prof. Marcello Marin (Studi Umanistici) e prof. Francesco Contò (Economia). La connessione degli argomenti e delle tesi tra due o più Dipartimenti è una via scientifica che dobbiamo sviluppare, sempre di più. Solo così si riesce a comprendere meglio il senso di alcune svolte e vicende storiche avvenute in Capitanata, ma anche in Italia e nel resto del mondo”.

Il convegno annovera tra i suoi promotori/patrocinatori la Regione Puglia, la Provincia di Foggia, il Comune di Foggia, il Comune di San Severo, la Camera di Commercio di Foggia, l’Ordine Nazionale Biologi (ONB), l’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU), l’Associazione Italiana di Sociologia (AIS), il Centro Interuniversitario per la Ricerca del Territorio (CRIAT), ‘Laboratory of Economic, Environmental and Regional Sciences’ (LEEReS), ‘Sistemi e Metodologie Innovativi per il Lavoro e l’Educazione
(SMILE) Puglia’, il Fondo Ambiente Italiano (FAI) Puglia, l’Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi (ABAP), la Banca Etica, la Federazione dei Lavoratori dell’Agroindustria (FLAI) CGIL e la Cassa Integrazioni Assistenza Lavoratori Agricoli (CIALA-EBAT) di Foggia.

Numerosi gli Ordini professionali che hanno deciso di contribuire alla miglior realizzazione del Convegno. Si citano i Collegi Nazionale, di Foggia e di Bari e Bat degli Agrotecnici e Agrotecnici Laureati, gli Ordini regionali della Puglia dei Giornalisti e dei Geologi, la Federazione dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Puglia, il Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Foggia e Lucera, gli Ordini della provincia di Foggia di Architetti, Avvocati, Consulenti del Lavoro, Dottori
Commercialisti e degli Esperti Contabili, Dottori Agronomi e Dottori Forestali, Ingegneri; il Collegio provinciale dei Geometri e Geometri Laureati di Foggia. Anche i Gruppi d’Azione Locale (GAL) Daunia Rurale, DaunOfantino, Gargano, Meridaunia, Piana del Tavoliere e Murgia Più hanno partecipato attivamente alla complessa fase di ‘costruzione’ dell’evento. Sponsor tecnico il pastificio Tamma.

Ecco nel dettaglio il programma.

Si parte lunedì 15 giugno alle 10 dall’Aula Magna del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia, in via Arpi, 176, con l’introduzione e l’analisi degli elementi di contesto, seguita, alle 11.30, dalla presentazione dei gruppi di progetto per i workshop preliminari all’attivazione della ‘charrette’. Nel pomeriggio, dalle 17, a San Severo, nell’Auditorium del Teatro Verdi, in corso Garibaldi, si svolgerà il workshop: “I corridoi rurali e il sistema delle masserie in agro di San Severo”.

“L’agrarian urbanism: sviluppo rurale e benessere sociale” sarà il tema della sessione in programma martedì 16 giugno alle 10 nell’Aula Magna del Dipartimento di Economia dell’Università di Foggia, in via Caggese Alle 15, invece, nella stessa Aula si parlerà di “Leggere, interpretare, progettare il paesaggio”.

L’ultima giornata, mercoledì 17 giugno, si aprirà, nell’Aula Magna del Dipartimento di Economia dell’Università di Foggia, con la sessione su “Il modello di sviluppo multifunzionale e polivalente”. Alle 15 la tre giorni di incontri si concluderà con la Tavola rotonda con gli stakeholders, che vedrà la partecipazione dei rappresentanti dei Gruppi d’Azione Locale che hanno aderito all’iniziativa e la presentazione dei risultati dei workshop preliminari all’attivazione della charrette.

Il convegno offre crediti formativi agli iscritti agli Ordini facenti parte del comitato organizzatore.

Foggia, 10 giugno 2015

SCARICA IL PIEGHEVOLE DEL CONVEGNO CON ALTRE INFORMAZIONI UTILI, cliccando il link sotto

PIEGHEVOLE