Il 27 Aprile inaugurazione del monumento dedicato a Papa Giovanni Paolo II

CONDIVIDI

Sarà inaugurato lunedì 27 aprile, in occasione del primo anniversario della canonizzazione di Giovanni Paolo II, il monumento dedicato all’indimenticato pontefice, realizzato dallo scultore sanseverese, Alessandro Sernia.

La cerimonia di inaugurazione prenderà avvio alle 16.30 con il raduno dei partecipanti; alle 17 ci saranno i saluti del Sindaco Francesco Miglio e delle autorità con l’inaugurazione ufficiale del monumento. Alle 17.30 seguirà la Santa Messa officiata dal Vescovo della Diocesi di San Severo, S.E. Mons. Lucio Angelo Renna e la benedizione del monumento che ritrae Papa Giovanni Paolo II.

Il monumento ubicato in piazza del Papa intende ricordare la visita del Santo Padre in città avvenuta nel 1987. “Siamo orgogliosi – spiega il Sindaco Francesco Miglio – di inaugurare quest’opera di pregiata rilevanza artistica che ornerà e valorizzerà quest’area urbana”. Il progetto risale al 2004 quando fu approvato dall’Amministrazione guidata dal Sindaco Michele Santarelli, ma non venne realizzato.

L’iter riprese nel 2012 con l’Amministrazione guidata dal Sindaco Gianfranco Savino, che affidò l’incarico di progettazione allo scultore Alessandro Sernia. Ingegnere civile, pittore, scultore e grafico, Alessandro Sernia, ha tenuto mostre collettive e personali partecipando a numerose rassegne in Italia e all’estero. Ha realizzato sculture in legno e restaurato statue antiche, eseguendo mosaici per chiese e ripristinando, in collaborazione con la Sovraintendenza di Roma, affreschi del ‘400 e del ‘600 in un antico convento.

Ha inoltre realizzato affreschi e opere di grandi dimensioni, pale d’altare per chiese e santuari, oltre che monumenti e portali in bronzo. “L’opera oggi è stata finalmente completata – aggiunge il Sindaco Francesco Miglio – grazie anche al contributo di donazioni private che sono giunte dalla “Felice Chirò Industria Marmi”, con il patrocinio della Fondazione Felice Chirò, e dall’impresa De Felice Immobiliare srl del sig. Ernesto De Felice.

Ai cittadini spetterà ora il compito di custodire il monumento, come patrimonio artistico della città”.