Boom di presenze nei primi giorni di apertura di “Splash! Archivio Andrea Pazienza”

CONDIVIDI

Successo di pubblico e di visite per Splash! Archivio ‘Andrea Pazienza’ inaugurato nei giorni scorsi presso il MAT Museo dell’Alto Tavoliere di San Severo. Uno spazio totalmente dedicato all’artista sanseverese che nei primi giorni di apertura ha visto la presenza di turisti provenienti dall’Alto Tavoliere, dalla Provincia di Foggia, da tutta la Puglia e dal vicino Molise.

L’archivio Splash! mette a disposizione di quanti vogliono approfondire la poliedricità di Andrea Pazienza una biblioteca di oltre un centinaio di albi a fumetti di Pazienza, l’intera raccolta del Male, dal 1977 al 1982, decine di tesi di laurea realizzate in tutta Italia sull’arte di Pazienza, decine di cataloghi che testimoniano l’ininterrotta attenzione verso Pazienza, una rassegna stampa di oltre cinquecento articoli dal 1970, quando Pazienza esordì come pittore, ad oggi, e quasi duecento libri tra saggistica sull’autore di Zanardi e sul fumetto in generale e un piccolo fondo audiovisivo che raccoglie il lungometraggio Paz!, documentari e anche i cartoni animati ispirati alle favole di Pazienza.

“L’archivio intende inoltre – spiega la direttrice del MAT, Elena Antonacci – diventare un punto di riferimento per professionisti e amanti del fumetto, ponendo le basi per l’ideazione e l’organizzazione di eventi legati al mondo dei comics e dell’illustrazione come convegni, dibattiti, mostre, iniziative didattiche, presentazioni di libri e altro ancora.

Uno spazio che arricchisce l’offerta culturale del Museo dell’Alto Tavoliere, creando opportunità rinnovate per gli spazi espositivi museali e per l’interazione tra museo cittadino ed i giovani della città”. L’Archivio Andrea Pazienza ‘Splash!’ sancisce definitivamente, secondo il Dirigente ai Servizi Museali, dott. Augusto Ferrara, il ruolo innovativo del MAT nel nostro Sud: un polo culturale capace di coniugare tutte le arti e di essere strumento in cui la realtà locale si riconosce e si sente protagonista.

La giornata inaugurale è stata una vera e propria maratona di dodici ore no-stop durante le quali si sono succeduti momenti di live painting, performance, videoproiezioni, laboratori didattici, incontri con il pubblico e intrattenimento musicale.

Ospiti dell’open day sono stati il fumettista Mario Milano che, oltre a un incontro pubblico sul tema “Fumetto e nuove generazioni”, è stato impegnato in un live painting nel chiostro del MAT, e il coordinatore del Centro Fumetto ‘Andrea Pazienza’ di Cremona Michele Ginevra, che ha relazionato sul tema “Nel nome di Andrea Pazienza: tra documentazione e investimento culturale”. Inoltre a raccontare Andrea Pazienza agli studenti e agli ospiti del Mat è stato un ospite d’eccezione: sua mamma, la signora Giuliana Di Cretico.

“Con la ideazione dell’Archivio di Andrea Pazienza – conclude il Sindaco Francesco Miglio – finalmente la città di San Severo può degnamente rendere omaggio a uno dei suoi figli migliori. Siamo orgogliosi di aver dato vita ad un archivio che sarà riferimento nazionale per chiunque voglia conoscere la figura di Andrea Pazienza.

L’arte di quest’ultimo, conosciuta a livello nazionale ed internazionale, costituirà strumento di inclusione per attivare forme di aggregazione giovanili che ruoteranno intorno al MAT – Museo dell’Alto Tavoliere, che diventerà così anche un importante luogo in cui i giovani della città potranno ritrovare l’identità di sé attraverso nuovi linguaggi comunicativi che appartengono a tale fascia d’età, secondo quanto indicato nelle linee programmatiche di mandato di questa Amministrazione. Inoltre i laboratori e le attività didattiche che il MAT promuove anche per i più piccoli speriamo possano contribuire a stimolare la creatività dei giovanissimi affinché l’eredità artistica di Andrea possa essere da ispirazione per i nostri giovani artisti”.