Non ci sono privilegiati e la stagione di prosa sta facendo registrare incassi da record con sold out

CONDIVIDI

“I biglietti omaggio a disposizione dell’Amministrazione Comunale sono 24 così come prevede la convenzione con il Teatro Pubblico Pugliese e sono distribuiti ad associazioni benemerite e alle associazioni di volontariato per promuovere la partecipazione dei giovani e delle persone più svantaggiate e solo a due consiglieri di opposizione e due di maggioranza a rotazione”. Così il Sindaco Francesco Miglio fa chiarezza sulla questione e rispedisce al mittente le critiche dimostrando dati alla mano il successo della riscontrato dalla stagione di prosa in termini di pubblico e di incassi.

“Rispetto agli scorsi anni dove gli abbonamenti erano solo 88 – spiega il Sindaco Francesco Miglio – quest’anno gli abbonamenti sono 255, con un incasso di Euro 28.505. Inoltre tutti gli spettacoli stanno facendo registrare il tutto esaurito tanto che è stato necessario per lo spettacolo di Beppe Fiorello prevedere una replica”.

Per lo spettacolo “È ricca, la sposo, l’ammazzo” le presenze sono state 401 con un incasso di Euro 6.529; mentre per lo spettacolo “Sogno di una notte di mezza sbornia” il numero di presenze è stato di 465 con un incasso di Euro 7.418; per lo spettacolo “Nuda proprietà” il numero di presenze è pari a 366 con un incasso di Euro 5.692.

Secondo il primo cittadino quindi le critiche mosse all’Amministrazione Comunale non trovano fondamento.

“L’Amministrazione Comunale – continua il Sindaco Francesco Miglio – ha rilanciato il Teatro Comunale Giuseppe Verdi con una stagione di prosa apprezzata in città e nell’intera Capitanata, e ha devoluto i ticket omaggio alle associazioni che contribuiscono con la loro azione alla crescita culturale e sociale della città. Mi chiedo come mai chi oggi critica l’operato dell’Amministrazione in passato, con stagioni di prosa deserte e di scarsa qualità, abbia taciuto”.