“L’arte di amare” mercoledì 25 febbraio al Mat nell’ambito della rassegna “Flash Heart Event”

CONDIVIDI

Mercoledì 25 febbraio, alle ore 19.30, negli spazi espositivi del MAT a piano terra, si svolgerà la serata “L’arte di amare”, un reading letterario di brani selezionati sul tema dell’amore, interpretati da Elisabetta Palermo, volontaria del Servizio Civile Nazionale nell’ambito del progetto “Il Museo narrante: il territorio si racconta”.

L’appuntamento rientra nella rassegna di eventi “Flash HEArt Event” organizzata dalla direzione e dallo staff del MAT Museo dell’Alto  Tavoliere di San Severo in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e il dirigente della II Area, dott. Augusto Ferrara. I brani selezionati sono tratti da ‘Carnet de notes n°2’, uno spettacolo della compagnia teatrale italiana ‘Teatro dei Gobbi’, formata dagli attori Alberto Bonucci, Vittorio Caprioli e Franca Valeri e dal regista Luciano Mondolfo, attiva negli anni 1950-53 in Italia e a Parigi.

Si tratta di sketches cabarettistici basati su un’intelligente satira di costume. Saranno inoltre interpretati brani classici dei poeti Catullo e Saffo. Ad animare la serata anche la presenza dell’artista Rosanna Lo Mele, con la sua performance altamente sperimentale nell’uso della sua scultura sonora percussiva, e dell’artista Gianni Pitta, autore delle installazioni di arte contemporanea ‘Kuore’, in esposizione al MAT fino a domenica 8 marzo. “Da mercoledì scorso inoltre le installazioni, sempre visibili nell’ambito della Rassegna Flash HEArt Events del MAT – spiega la direttrice Elena Antonacci -, si sono arricchite. Un’altra sala dell’edificio museale ha aperto le sue porte ai visitatori con una veste rinnovata.

Una cornice suggestiva fa da sfondo ad un video sul tema dell’amore nel mondo antico, proiettato fino all’8 marzo su una delle pareti della sala dedicata al simposio”. “L’amore ai tempi di …” è un caratteristico viaggio che raccoglie le iconografie più suggestive presenti su vasi greci di tutti i musei del mondo. Le immagini, accompagnate da voci narranti, raccontano al visitatore come gli antichi Greci vivessero questo sentimento e attraverso l’esperienza di un video-wall di grande impatto ne attualizzano l’antico sentire.

“Le best practices per la creatività e il potenziamento culturale – aggiunge il Sindaco Francesco Miglio – messe in atto dallo staff del MAT hanno consentito al museo sanseverese di diventare uno dei musei più attivi della Puglia con tantissime visite al mese e presenze anche dalle altre Regioni”.

Il video-wall “L’amore ai tempi di…” è un progetto originale curato da Gioseana Diomede, archeologa del MAT, che si è occupata della selezione di testi e immagini; il montaggio audio/video sono a cura di Giuseppe di Iorio; le voci narranti sono di Gioseana Diomede, Giuseppe di Iorio e di Elisabetta Palermo.