Cimitero: ancora proteste per la chiusura dei pomeriggi festivi

CONDIVIDI

Continuano le proteste dei Cittadini che si recano al Cimitero il pomeriggio dei giorni festivi e trovano (incredibilmente!) chiuso. E’ una cosa che tanta gente non accetta e per la quale ha raccolto rapidamente oltre SETTECENTO firme. Una petizione che non ha mai rallentato, perché la gente non ha accettato il contenuto dell’ordinanza dei vertici comunali che ha limitato l’apertura dei giorni festivi dalle ore 8,00 alle ore 14,00. Forse per il profondo significato familiare delle persone che riposano in eterno dietro quel cancello chiuso (vedi foto del concittadino ANDREA GIAMMETTA,ndr) la petizione è diventata sempre più corposa ed è arrivata in Comune con tante centinaia di firme che potevano anche diventare molte di più se si fosse deciso di proseguire a sottoporre la petizione ad altri Cittadini. Si chiede, ovviamente, la revoca dell’ordinanza che, all’inizio, fu giustificata come un fatto provvisorio, in attesa forse di un migliore assetto operativo del personale comunale di settore. Se la gente che paga e mantiene il peso finanziario della municipalità la pensa a questa maniera, è giusto che il Sindaco MIGLIO, il Vice Sindaco SDERLENGA e l’Assessore al Cimitero ALBANESE ne prendano atto e pongano rimedio a quello che è giudicato in Città un errore amministrativo. Intestardirsi in un provvedimento d’imperio impopolare è fuori posto, anche perché nessuno in Comune ha dato ai Cittadini spiegazioni esaurienti in proposito. Ripetiamo: i valori umani e spirituali che quell’ordinanza nega sono di quelli che la gente non accetta di discutere. Le SETTECENTO firme sono state protocollate e depositate in Comune dal Comitato promotore composto dai concittadini: GIUSEPPE DI NUNZIO, MARIA PIA COSTANTINO, GIOVANNI AVELLINO, MARIA BUFALO, ANTONIO SICILIANO, ANGELO SICILIANO, RAFFAELE PRESUTTO, MICHELA DEL VECCHIO, FRANCESCO COSTA, ANNA RENDINA, ANTONIO COSTA, SILVIO COSTA, SALVATORE VOLZA, DOMENICO VOLZA, MICHELE CARRINO, ANNA BONCRISTIANO, PALMA BONCRISTIANO, MARIA SECCIA, MICHELE BONCRISTIANO e FRANCO MATOZZA.

Fonte: lagazzettadisansevero.it