Vietato scaricare acque meteoriche nella rete pubblica fognaria delle acque nere

CONDIVIDI

Il Sindaco viste le segnalazioni che sono pervenute presso il competente Ufficio comunale, da parte della Società PURÀ Depurazione del Gruppo Acquedotto Pugliese, preposta alla conduzione del servizio di custodia dell’impianto consortile di depurazione a servizio degli abitati di San Severo e di Torremaggiore, in concomitanza di precipitazioni atmosferiche, non necessariamente di carattere temporalesco o alluvionale e rilevato che, con dette segnalazioni, la Società PURÀ ha precisato che:

  • l’evento è accertato attraverso la rilevazione del misuratore di portata posto all’ingresso dell’impianto,
  • l’impianto depurativo di San Severo-Torremaggiore è progettato per il solo trattamento delle acque reflue

urbane e non anche per il trattamento dei suddetti scarichi anomali la cui immissione in rete di fognatura è, per questo motivo, vietata, ORDINA a tutti i proprietari, amministratori di condomini e legali rappresentanti di immobili di qualsiasi tipo (residenziale, commerciale, industriale/artigianale) insistenti nell’abitato di San Severo il DIVIETO ASSOLUTO DI SCARICO DELLE ACQUE METEORICHE, rivenienti dalle coperture, canalette, grondaie, atri, cortili, piazzali di pertinenza dei propri immobili, NELLA RETE PUBBLICA FOGNARIA DELLE ACQUE NERE; a chiunque, per lo scarico delle acque meteoriche rivenienti dalle coperture, canalette, grondaie, terrazzi, atri, cortili, piazzali di pertinenza dei propri immobili, risulti allacciato alla rete di pubblica fognatura nera di provvedere alla immediata dismissione di detto scarico (in fogna nera) e ad attivarsi, con idonee soluzioni, all’adeguamento delle condotte fognarie interne agli immobili privati, al fine di evitare le conseguenze di legge per scarico abusivo.

 Le violazioni alle disposizioni della presente Ordinanza comporteranno:

– l’immediata applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da € 25 a € 500, prevista dall’art. 7 bis del T.U. 267/2000, secondo la procedura stabilita dalla L.689 del 24.11.1981 e s.m.i.

 

IL SINDACO

f.to Avv. Francesco Miglio